Maria Orsic
Blog esoterico

Energia Vril e potere femminile

Condivido qui un articolo molto interessante scritto da Susanna Destefanis e reperibile sul sito https://traterraecielo.live:

«Per parlarvi di Maria, e delle altre bellissime e potenti Signore del Vril, bisogna che faccia un passo indietro. Per prima cosa questa storia ha un filo conduttore… i capelli. Da sempre essi rappresentano la Forza, come nella storia biblica di Sansone. In alcune tradizioni esoteriche, si ritiene che essi siano in realtà delle antenne indispensabili per percepire e canalizzare le energie sottili. E di queste energie, e della fonte da cui scaturiscono, sembra che fossero alla ricerca febbrile Hitler e i suoi sostenitori. Tutti sanno che, oltre al nazismo “politico”, veniva coltivato, in cerchie più ristrette e selezionate, un nazismo di tipo “esoterico”, la cui importanza, per Hitler, era assolutamente prioritaria. Ecco quindi fiorire, all’ombra della svastica, una Società segreta, strutturata ed organizzata, la Thule Gesellschaft, dei cui riti si è ampiamente parlato. Quello che non tutti sanno è che i membri della Thule si avvalevano della collaborazione di alcune medium, le cosiddette “Dame del Vril”, facenti parte del segretissimo Ordo Templi Secretum.

Ordo Templi Secretum

La filosofia che sottende l’operato di queste medium attinge a piene mani dagli scritti di Sir Edward Bulwer-Lytton, autore inglese della prima metà dell’800. Quest’ultimo, nel romanzo “The coming race”, descriveva una razza di superuomini che popolavano un mondo sotterraneo, esseri alati di incredibile potenza, i quali dovevano i loro straordinari poteri ad un’energia inesauribile e invincibile, denominata Vril. Il termine Vril deriverebbe dall’accadico Vri, che significa“simili agli dei”. Dunque le nostre Signore del Vril si basano su una filosofia che auspica la venuta di una “razza nuova”, di uomini superiori dal lignaggio puro e dai poteri sovrannaturali. Di queste Dame si sa che erano avvenenti tanto quanto erano sfuggenti e misteriose. Esistono poche immagini e tutte raffigurano donne di straordinaria bellezza, tutte con meravigliosi, lunghissimi capelli, tutte con severi nomi nordici: Traute, Sigrun, Gudrun, Heike. L’esponente più potente e guida indiscussa delle Dame del Vril era, però, Maria Orsitsch.

Maria Orsic
Maria Orsitsch

Di madre viennese e padre croato, alto funzionario ministeriale dell’impero austroungarico, Maria viene contattata a Zagabria da Von Sebottendorf, fondatore della Thule, informato da alcuni suoi collaboratori delle doti straordinarie della donna. L’incontro tra i due fu folgorante e diede inizio ad una strettissima collaborazione. Durante le sue sedute di canalizzazione profonda, la medium dai lunghi capelli parlò del nuovo Sargon, un “messia” contemporaneo in grado di restituire alla razza atlantidea il suo antico splendore. Nemmeno a dirlo, l’essere designato era Adolf Hitler. Maria avrebbe ricevuto messaggi e disegni da parte degli alieni ariani di Alpha Tauri, nel sistema binario di Aldebaran. Questi alieni, secondo i “contatti” della medium, avrebbero stabilito un impero intergalattico guidato da Sargon I, ed alcuni di loro, i più evoluti e puri, gli alieni ariani, in seguito ad una degenerazione del loro pianeta natale, sarebbero partiti alla volta di nuovi pianeti allo scopo di colonizzarli. Il particolare singolare ed inquietante dei resoconti della Orsitsch è che i presunti alieni ariani parlano di Aldebaran come di una stella doppia. Solo nel 1997 si scoprirà che Aldebaran è un sistema binario: la stella ha infatti una compagna, una nana bruna.

Le canalizzazioni di Maria Orsitsch e delle sue Dame avrebbero determinato uno sviluppo della tecnologia militare nazista e contribuito significativamente alla creazione delle “macchine” naziste sulla base delle rivelazioni extraterrestri.

Il punto è che queste donne possedevano senza ombra di dubbio qualche potere straordinario. Un potere sottile e invincibile. Eppure così delicato e sfuggente. Nell’ombra, eppure venerate come dee. Lontane dai riflettori, eppure ben salde alla regia. Il primo reale potere che sicuramente esercitavano era costituito dalla grazia, dal fascino e dalla profonda intuizione femminile.

Due sono le riflessioni che scaturiscono da questo breve e incompleto racconto. La prima riguarda la capacità sottile e caparbia delle donne di conquistare potere e prestigio in modo del tutto segreto e defilato. Senza apparire, anzi, nascondendosi piuttosto, riescono a manovrare uomini ignari e disarmati, vinti dal giogo dolce del loro fascino. Il balenare di una ciocca bionda sul collo di Maria, e le priorità si sovvertono, il modo si confonde… gli alieni parlano… e gli ufficiali nazisti, che conquistano nazione dopo nazione, sono pronti a credere a tutto, persino di aver preso decisioni autonome…

La seconda riflessione deriva dalla prima. Se una donna può fare questo, cosa può fare una donna con una coscienza evoluta? Se questo potere fosse utilizzato per scopi elevati, per comunicare, ad esempio, con mondi i cui abitanti non conquistano l’universo attraverso macchine da guerra, ma promuovono la crescita personale attraverso il risveglio della coscienza? Se una donna usasse la comprensione e la dolcezza non per manipolare, ma per accogliere, perdonare, comprendere? Se usasse la sua naturale medianicità per sviluppare quelle speciali facoltà che hanno a che fare con l’Essenza?

Forse davvero in quel caso le donne governerebbero il Vril e saprebbero esserne le autentiche vestali».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...